Panes Content Table
11 luglio 2019
Aosta Classica, un'estate in musica

Dal 22 luglio al 4 agosto il capoluogo della Valle d’Aosta si anima  con la 24° edizione della celebre kermesse musicale

Aosta Classica, il Festival dei vari generi musicali e appuntamento imperdibile dell'estate nel capoluogo della Valle d’Aosta, ritornerà quest’anno dal 22 luglio al 4 agosto 2019. Giunta alla sua 24° edizione, la rassegna offre agli spettatori la possibilità di vivere l’arte a 360° assistendo ad una vasta gamma di concerti musicali, che spaziano dal cantautorato italiano di successo, alla musica classica fino a ritmi e melodie extraeuropee, rappresentazioni teatrali e proiezioni cinematografiche.
 
La kermesse vanta un programma di 13 appuntamenti che si terranno soprattutto nell’Antico Teatro di Aosta, cornice perfetta per rispecchiare l'atmosfera del festival, al Criptoportico Forense e non mancheranno sessioni di musica organistica nella Cattedrale di Santa Maria Assunta e San Giovanni Battista.

Aosta Classica si apre il 22 luglio con il concerto di Fiorella Mannoia che porta ad Aosta il suoPersonale Tour esibendosi con i suoi più grandi successi di sempre e brani estratti dal suo ultimo album che racconta la personale visione della vita della cantante romana attraverso la musica e la passione per la fotografia.  Il 23 luglio, il progetto Tamtando festeggia i suoi 20 anni di carriera con i capolavori della musica folklorica extra europea e farà ballare i partecipanti al ritmo di percussioni e tamburi. L’opera buffa di Giovanni Paisiello Gli Astrologi Immaginari è portata in scena il 25 luglio dalla compagnia teatrale Generation Baroque: inganni, elisir d’amore e matrimoni ecco le vicende che coinvolgeranno Clarice, Cassandra e Giuliano.

Il 29 luglio a partire dalle ore 18.00, si terrà un concerto d’organo nella Cattedrale di Aosta a cura della Scuola di Formazione e Orientamento Musicale che si esibirà sulle note di suite e toccate di Boëllmann, Reger e Mendelssohn. Il giorno successivo si prosegue con Emozioni del Cuore un tributo a Lucio Battisti tenuto da musicisti e cantanti valdostani tra cui il famoso tastierista Giorgio Negro. Gli ultimi giorni della rassegna si concludono con il concerto di Renzo Arbore e l’Orchestra Italiana che si esibiranno con capolavori della musica napoletana al suono del mandolino e con contaminazioni di diversi generi musicali, il 2 agosto. Aosta Classica si conclude il 4 agosto con la proiezione del film muto La Belle Nivernaise del regista francese Jean Epstein che, per l’occasione, sarà musicato dal trio François Raulin e dal gruppo The Great Voices of Bulgaria creando un’osmosi perfetta tra cinema d’autore, musica jazz e cori polifonici.
 
Per ulteriori informazioni, visitare il sito ufficiale di Aosta Classica http://www.aostaclassica.it/

Autore: Redazione,
UCI Unione Coltivatori Italiani Via in Lucina, 10 00186 ROMA   P.iva: 05630521002  Telefono: 06 6871043  Fax: 06 6872559  Email: info@uci.it