Panes Content Table
01 aprile 2019
Da oncologia alla passerella: 20 pazienti modelle per una sera.

Le dottoresse, le infermiere, ma soprattutto le pazienti in cura presso l'Oncologia Medica Addarii del Policlinico S.Orsola si mettono in gioco e salgono in passerella 

Cosa succede se un gruppo di donne straordinarie, che stanno affrontando diversi tipi di tumori femminili (al seno, all'ovaio, all'utero) decidono di mettersi in gioco e diventare, a scopo benefico, modelle per una sera? Il risultato è una "Sfilata del cuore" che lancia un messaggio di speranza e positività, in programma a Villa Benni a Bologna giovedì 4 aprile a partire dalle 19.30.

Si tratta di circa venti pazienti in cura presso l'Oncologia Medica Addarii del Policlinico S.Orsola, di cui è responsabile il dott. Claudio Zamagni che, insieme ad altre undici tra medici specializzandi e infermiere, hanno deciso di vincere la timidezza e sfilare in passerella per beneficienza. L'evento - organizzato da Loto Onlus, associazione no profit nata con l'intento di colmare un vuoto informativo e di consapevolezza sul carcinoma dell'ovaio - è arricchito dagli spettacoli dei ballerini di quattro scuole di danza del territorio: Alma Danza (Bologna), KC Hip Hop School (Bologna), FAENZ'a Danza (Faenza), Ritmo Danza (San Giovanni in Persiceto). Sono numerosi i negozi emiliano-romagnoli che hanno contribuito alla sfilata con abiti e accessori (SoloSimo Abbigliamento, La piccola profumeria e Gioielli Mony di Bologna, Club Shoes di Modena, Moqètte di Cesenatico e persino Lamò Bags di Torino).

I contributi raccolti nell'ambito della serata, che prosegue con una cena a buffet, servono a finanziare il nuovo progetto "Curate e coccolate", finalizzato ad alleggerire l'attesa e le cure delle pazienti del Day Hospital dell'Oncologia Medica: qui ora vengono accolte con tisane calde, musicoterapia, copricapi e fasce realizzati a mano da volontarie amanti del cucito, ma sono in cantiere altre attività. In particolare servono fondi per attivare un laboratorio estetico permanente per la cura di mani e piedi (parti del corpo che risultano molto segnate dalle terapie), in grado di fornire anche altri piccoli trattamenti alle pazienti, come massaggi al viso e al corpo. L'obiettivo del progetto è quello di dare la possibilità alle donne che frequentano il reparto di sentirsi accolte e a proprio agio nell'ambito del percorso di cura che stanno seguendo. 

L'appuntamento è introdotto da Claudio Zamagni, direttore dell'Oncologia Medica Addarii del S.Orsola, che precisa: "Si tratta di un gruppo di donne davvero eccezionali che si sono prestate, con disponibilità ed entusiasmo, per rendere possibile l'iniziativa. Le ringrazio per la positività del messaggio che stanno lanciando e per la forza che stanno dimostrando".

"Questa sfilata vuole essere soprattutto un messaggio di speranza, coraggio e fiducia per tutte le donne che lottano per vincere la malattia e per quanti le affiancano in questa sfida per la vita. Durante le terapie diventa faticoso continuare a curare il proprio corpo, ma è estremamente importante farlo - spiega Sandra Balboni, presidente di Loto Onlus - La nostra associazione è costituita da donne che hanno provato sulla loro pelle i segni della malattia e delle terapie:  sanno che valorizzare il proprio aspetto fisico è parte della cura, anche quando questo sembra l'ultimo dei problemi. I colori e l'eleganza della moda sono un'affermazione efficace e contagiosa di vita, capace di sdoganare anche la paura per il dolore e di allentare i pregiudizi verso la malattia. Grazie all'insolito "cast" di indossatrici per una sera, l'evento consentirà di raccogliere fondi per sostenere un progetto importante a supporto di tutte le pazienti del Day Hospital dell'Oncologia Medica del Policlinico S.Orsola".

E’ possibile aderire all’iniziativa segnalando la propria partecipazione a insieme@lotonlus.org o al numero 329.7546860

Autore: Redazione,
UCI Unione Coltivatori Italiani Via in Lucina, 10 00186 ROMA   P.iva: 05630521002  Telefono: 06 6871043  Fax: 06 6872559  Email: info@uci.it