Panes Content Table
13 aprile 2017
Il Palio dei Fanciulli a vigevano, weekend medievale

Il Palio delle Contrade vanta una lunga tradizione, che dal 1981 si ripete due volte ogni anno: a maggio, il Palio dei Fanciulli vede come protagonisti i più piccoli. 

Il centro storico di Vigevano si trasformerà in un borgo medievale in occasione della 17° edizione del Palio dei Fanciulli, sabato 13 e domenica 14 maggio 2017.Cortei storici, spettacoli di sbandieratori e giocoleria, esibizioni a cavallo e corporazioni medievali animeranno al città per tuffarsi nel passato e trascorrere un weekend insolito e divertente, alle porte di Milano.

Il Palio delle Contrade vanta una lunga tradizione, che dal 1981 si ripete due volte ogni anno: a maggio, il Palio dei Fanciulli vede come protagonisti i più piccoli, che partecipano ai giochi medievali per contendersi il cencio della vittoria, realizzato dal piccolo artista vincitore di un concorso tra bambini e ragazzi della città. Questa edizione è dedicata ai più piccoli, con l’obiettivo di divertire, ma anche di far conoscere la storia medievale della città attraverso ricostruzioni e spettacoli dell’epoca. 

Nel mese di ottobre invece, in occasione della ricorrenza del Patrono della città di Vigevano, Beato Matteo Carreri, si svolge il Palio delle Contrade che, sommando i punteggi ottenuti dai piccoli sfidanti del Palio dei Fanciulli, eleggerà la contrada vincitrice del Palio. Tra i giochi medievali nei quali le dodici contrade si contendono il titolo, gli spettatori potranno scoprire il melocotogno, una sorta di albero in ferro a cui sono fissati dei cesti nei quali i giocatori devono far centro con dei sassi, la corsa a staffetta con carriole piene di ceppi di legno e la costruzione della Torre, per la quale i giocatori devono assemblare i pezzi che compongono una riproduzione della rinomata Torre del Bramante di Vigevano. 

Alle ore 16.00 di sabato 13 maggio, uno spettacolo al centro della Piazza Ducale darà il via ai festeggiamenti per il Palio del Fanciulli tra rulli di tamburi e abili sbandieratori dei Musici e Alfieri dell’Onda Sforzesca, danze rinascimentali de Il Biancofiore e stravaganti giocolieri di Aurora Noctis, i gruppi storici della città che animeranno le vie della città in occasione del Palio. Al termine dello spettacolo, i gruppi apriranno simbolicamente le porte del Castello a tutto il pubblico per la visita alle Corporazioni delle dodici Contrade, agli allestimenti proposti dai gruppi storici, al campo dei cavalli del Circolo Ippico El Sueno de Verano e agli accampamenti della Fenice Viscontea e dell’Armeria Ducale. Si incontreranno le arti di scultori, orafi, pittori, sarti, calzolai, fabbri, armaioli, lanaioli, arazzieri e si potranno apprendere i segreti degli antichi mestieri presso le loro bottega. Alla Locanda del Castello, pescatori, cacciatori, allevatori, contadini e vignaioli, mugnai e fornai serviranno i piatti contadini realizzati secondo le ricette dell’epoca.

Gli Arcieri di Griona offriranno un dimostrazione dell’arte del tiro con l’arco storico e daranno la possibilità ai più coraggiosi di cimentarsi, mentre i Combattenti della Fenice Viscontea daranno mostra di se stessi nella sublime arte del combattimento medievale.
Durante tutta la festa sarà possibile gustare, nella Prima Scuderia del Castello, succulenti pietanze, come la zuppa di ceci, la pasta con ragù bianco, la porchetta, le frittelle di mele, e molto altro ancora.

Alle ore 21.00 si svolgerà il Corteo notturno dei figuranti, che dalla Piazza Ducale risalirà lungo Via del Popolo per raggiungere il Cortile del Castello Sforzesco, dove, alle ore 21.30, inizierà il tanto atteso spettacolo de “La Notte Sforzesca”: una notte di magia tra musici, bandiere, danze, giocolieri e affascinanti giochi di fuoco.

Le porte del Castello Sforzesco si apriranno nuovamente domenica 14 maggio, a partire dalle ore 10.00, per  permettere la visita alla ricostruzione del borgo. Gli spettacoli si susseguiranno in Castello, in Piazza Ducale e in Piazza San Pietro Martire e accanto ai gruppi storici, si esibiranno i combattenti della Fenice Viscontea,  che con spade, scudi, falcioni e bardi che sapranno creare sfide coinvolgenti, l’imprevedibile giullare Scacco Matto, che stupirà grandi e piccini con scherzi, trovate divertenti e repentini cambi di personalità e i cavalieri e i cavalli del Circolo Ippico El Sueno de Verano che daranno mostra delle loro abilità in un avvincente torneo.
 
Per i bambini, sarà proposto, per la prima volta, l’evento “Una Notte in Castello”: laboratori, visite guidate, giochi storici si susseguiranno sino a raggiungere il culmine di questo evento: poter dormire una notte tra le mura del Castello e sentirsi un vero paggio o una vera dama di corte. Di seguito il programma dettagliato delle attività.

photo credit to Roberto Casati

Autore: Redazione,
UCI Unione Coltivatori Italiani Via in Lucina, 10 00186 ROMA   P.iva: 05630521002  Telefono: 06 6871043  Fax: 06 6872559  Email: segreteria@uci.it