Panes Content Table
10 giugno 2019
Sagra della ciliegia di Turi, formazione sulla Xylella

L'evento infortmativo, organizzato dall'Uci di Turi, ha visto la partecipazione di qualificati addetti ai lavori. 

Archiviato il grande successo della Sagra della Ciliegia Ferrovia di Turi, registriamo anche un’importante azione formativa proposta dall’Uci, un seminario informativo su “Epidemia Xylella: prevenzione e contrasto”.

L’incontro, organizzato dall’UCI zonale di Turi, ha avuto il patrocinio del Comune di Turi, Gal Terra dei Trulli e di Barsento, Associazione Nazionale Forestali sezione Bari, ed è stato moderato da Valentino Sgaramella. L’intervento di Domenico Damascelli, vicepresidente della Commissione Agricoltura, chiede un’azione politica mirata ad ottenere i giusti finanziamenti comunitari, applicando le direttive che l’Europa impone.

Le sue affermazioni hanno trovato sponda negli interventi di Vito Laterza, coordinatore regionale dell’Uci, del professor Vito Nicola Savino, direttore CRSFA e docente UniBa, del dottor Vincenzo Verrastro dell’Istituto Agronomico Mediterraneo, oltre che del Generale Giuseppe Silletti, già commissario straordinario  per la lotta alla Xylella.

“Della Xylella è solo da poco tempo che si conosce l’origine, la diffusione, le tipologie. Fino a poco tempo fa, quando nel 2013 fu identificato il primo focolaio, non si sapeva nulla” – ha commentato Verrastro. “Purtroppo – l’intervento del professor Savino - la sua diffusione non si può evitare. Dobbiamo cercare di rallentarla”. 

Infine il  generale Silletti ha ribadito l’importanza di portare avanti la lotta al batterio: “È in atto un’epidemia e gli esiti sono incerti. Ora è fondamentale informare sulle corrette pratiche agricole da attuare ed evitare la diffusione del vettore sputacchina”.

Autore: Redazione,
UCI Unione Coltivatori Italiani Via in Lucina, 10 00186 ROMA   P.iva: 05630521002  Telefono: 06 6871043  Fax: 06 6872559  Email: info@uci.it