Elenco Categorie Dal Territorio
15 gennaio 2021
L'Europa nella morsa del gelo, l'ortofrutta paga dazio

Spagna, primo produttore continentale, paga dazio con conseguenze pesanti su disponibilità e prezzi. Il 2021 inizia nel peggiore dei modi.

Allarme per le forniture di verdure, frutta e ortaggi a causa del crollo dei raccolti in molti Paesi, a Grande preoccupazione anche in Italia, con il Brennero bloccato a causa di forti nevicate sul versante austriaco del valico.

In Italia è allerta meteo per il nucleo gelido proveniente dalla Russia con vento, neve e gelo lungo tutta la Penisola. Siamo in piena raccolta le produzioni invernali di frutta e verdura dirette a negozi, mercati e supermercati nazionali e all’estero. L’arrivo del grande freddo colpisce le coltivazioni in campo come cavoli, verze, cicorie, finocchi, carciofi, radicchio e broccoli ma lo sbalzo termico improvviso ha inevitabilmente un impatto anche sull’aumento dei costi di riscaldamento delle produzioni coltivate in serra.

Difficile la situazione in Gran Bretagna che è alle prese con la Brexit e importa circa un terzo della frutta e verdura consumata dai Paesi dell’Unione Europea a partire dalla Spagna, che dal canto suo  registra pesanti difficoltà per le produzioni agricole e per i trasporti. Gli eventi climatici estremi che hanno colpito il territorio iberico con gelate e temperature polari hanno danneggiato la coltivazione di agrumi e ortaggi con i prezzi che sono esplosi per i principali prodotti, dai cetrioli ai cavolfiori fino alle zucchine

Il 2021 è iniziato con un evento estremo al giorno tra grandinate, tornado, nevicate anomale, valanghe e bombe d’acqua che hanno colpito lungo tutta la Penisola provocando danni nelle città e nelle campagne ma anche vittime, secondo l’analisi su dati dell’European Severe Weather Database (Eswd).

Si conferma anche nel nuovo anno, dunque, il moltiplicarsi di eventi estremi con una più elevata frequenza di manifestazioni violente, sfasamenti stagionali, precipitazioni brevi e intense ed il rapido passaggio dal sole al maltempo che ha fatto perdere oltre 14 miliardi di euro in un decennio, tra cali della produzione agricola nazionale e danni alle strutture e alle infrastrutture nelle campagne con allagamenti, frane e smottamenti.

AUTORE: Redazione,
NEWSLETTER
Iscriviti al servizio di Newsletter per rimanere aggiornato sulle novità e sugli eventi di UCI.

   
UCI Unione Coltivatori Italiani Via in Lucina, 10 00186 ROMA   P.IVA: 05630521002  Telefono: 06 6871043  E-mail: info@uci.it  PEC: uci@arubapec.it