Elenco Categorie Dal Territorio
05 febbraio 2020
Spreco alimentare, oggi è la giornata nazionale

Il fenomeno è in calo ma raggiunge ancora quasi i 10 miliardi di valore l'anno. E' necessario educare il consumatore ma anche intervenire sulla filiera agricola. 

Lo spreco alimentare è in calo ma resta ancora un grosso problema in Italia, e nel mondo. Se in 4 anni la nuova legge “salva-cibo” ha ridotto il food waste del 25%, in Italia, secondo l'Osservatorio Waste Watcher di Last Minute Market/Swg, si continuano a buttare nella pattumiera prodotti alimentari per un costo medio settimanale per ogni famiglia di circa 5 euro, per un totale annuo che sfiora i 240 euro per nucleo familiare. Il conteggio totale, parla di 6,5 miliardi gettati nella pattumiera, che diventano 10 se si includono anche gli sprechi derivanti dalla filiera produzione/distribuzione 2020, pari a circa 3 miliardi 293 milioni.

La soluzione? Difficile dirlo. Intanto, siamo certi del fatto che solo una filiera agroalimentare perfettamente integrata può contrastare il fenomeno. Per sprecare meno è necessario, oltre che educare il consumatore, impiegare le migliori tecnologie sostenibili in agricoltura per accorciare la filiera. Oggi si celebra la Giornata nazionale contro lo spreco alimentare.

AUTORE: Redazione,
NEWSLETTER
Iscriviti al servizio di Newsletter per rimanere aggiornato sulle novità e sugli eventi di UCI.

   
UCI Unione Coltivatori Italiani Via in Lucina, 10 00186 ROMA   P.IVA: 05630521002  Telefono: 06 6871043  E-mail: info@uci.it  PEC: uci@arubapec.it