formaggi dop
22 aprile 2015
Bergamo onora i formaggi Dop

L'appuntamento è rientrato nel programma degli incontri dedicati a “Il sistema delle eccellenze lombarde” organizzato dall'assessorato all'Agricoltura della Regione Lombardia.

Bergamo e il formaggio, un binomio storico. Affrontato nel corso di un incontro svoltosi alla Domus Bergamo, sede del Fuori Expo che ospita le eccellenze del territorio, in piazza Dante a Bergamo. L'appuntamento è rientrato nel programma degli incontri dedicati a “Il sistema delle eccellenze lombarde” organizzato dall'assessorato all'Agricoltura della Regione Lombardia, guidato da Gianni Fava.

“In Italia sono cinquanta le Dop casearie - spiega l’assessore Fava – e di queste, ventinove sono nel Nord Italia. Bergamo è il territorio europeo con il maggior numero di formaggi Dop, ben nove. L'elenco comprende Formai De Mut dell’Alta Val Brembana, Strachítunt, Taleggio, Gorgonzola, Bitto, Grana Padano, Provolone Valpadana, Quartirolo Lombardo, Salva Cremasco. A questa lista si aggiungono i Formaggi Principi delle Orobie da tempo oggetto di un progetto di promozione.

La peculiarità bergamasca dei formaggi Dop si inserisce nella filiera lattiero casearia italiana che, secondo i numeri di Assolatte, conta 2mila imprese di trasformazione, 25mila lavoratori con un indotto di 100mila euro, 15 miliardi di euro di PLV (Produzione lorda vendibile) di cui 2 all’export, 32 milioni di litri di latte raccolto al giorno, 50mila punti vendita riforniti.

Nella strategia di promozione rientra anche il progetto “FORME. Bergamo. Capitale Europea dei Formaggi”, un percorso di scoperta del mondo dei formaggi bergamaschi che ha l’ambizione di aumentare la percezione di valore del prodotto, adottando un approccio di comunicazione qualitativo, sull’esempio di quanto già attuato con successo in altri settori, come quello del vino. FORME è parte integrante di Bergamo Experience, il progetto promosso da Sistema Bergamo per promuovere il territorio in occasione di Expo 2015.

Per raccontare la storica tradizione dei formaggi del territorio di riferimento, nel 2009 - da alcuni Consorzi di formaggi lombardi - è nato il progetto “Alti Formaggi”. Una strategia comune per il lancio di un marchio oltre che il primo esempio di sinergia tra Consorzi di Tutela in Italia. Un modo per fare sistema e divulgare meglio sapere e informazioni su questi prodotti di qualità.

AUTORE: Redazione,
NEWSLETTER
Iscriviti al servizio di Newsletter per rimanere aggiornato sulle novità e sugli eventi di UCI.

   
UCI Unione Coltivatori Italiani Via in Lucina, 10 00186 ROMA   P.IVA: 05630521002  Telefono: 06 6871043  E-mail: info@uci.it  PEC: uci@arubapec.it